Quotidiano | Categorie: Fatti

Una Bentley da 200mila euro con targa francese fasulla confiscata a un 57enne thienese: denunciato e multa da 2.600 euro

Di Note ufficiali Venerdi 19 Ottobre 2018 alle 15:29 | 0 commenti

ArticleImage

Non è sfuggita all’attenzione dei militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Thiene - è scritto in una nota del Comando dei Carabinieri un’autovettura Bentley Continental GT Convertibile del valore di circa € 200.000,00 con targa francese. Un controllo approfondito ha permesso di accertare che il veicolo era stato immatricolato con targa “EE” (escursionisti esteri), metodo che consente a cittadini stranieri di circolare per al massimo un anno sul territorio nazionale con il loro veicolo immatricolato all’estero.

Trascorso detto periodo, il proprietario, un cinquantasettenne thienese, ha ben pensato di applicare una targa fasulla che, abbinando alla sigla “EE” la lettera “F”, richiamava  il modello di targa francese.  L’escamotage ha permesso al proprietario di eludere i controlli del fisco in quanto il possesso della costosa autovettura non risultava da alcuna Banca Dati; anche eventuali infrazioni accertate elettronicamente non potevano essere contestate ad alcuno.

Per questi motivi il veicolo è stato sequestrato per la successiva confisca da parte della Prefettura, mentre il proprietario è stato denunciato per il reato di “falsità materiale commessa dal privato”, oltre a ricevere la contestazione di diverse violazione del Codice della Strada per un ammontare di circa € 2.600,00.

Leggi tutti gli articoli su: Thiene, fisco, tasse, carabinieri, Prefettura, Francia, Targa

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

Giovedi 27 Dicembre 2018 alle 17:38 da Luciano Parolin (Luciano)
In Panettone e ruspe, Comitato Albera al cantiere della Bretella. Rolando: "rispettare il cronoprogramma"
Caro fratuck, conosco molto bene la zona, il percorso della bretella, la situazione dei cittadini, abito in Viale Trento. A partire dal 2003 ho partecipato al Comitato di Maddalene pro bretella, e a riunioni propositive per apportare modifiche al progetto. Numerose mie foto del territorio sono arrivate a Roma, altri miei interventi (non graditi dalla Sx) sono stati pubblicati dal GdV, assieme ad altri come Ciro Asproso, ora favorevole alla bretella. Ho partecipato alla raccolta firme per la chiusura della strada x 5 giorni eseguita dal Sindaco Hullwech per sforamento 180 Micro/g. Pertanto come impegno per la tematica sono apposto con la coscienza. Ora il Progetto è partito, fine! Voglio dire che la nuova Giunta "comunale" non c'entra più. L'opera sarà "malauguratamente" eseguita, ma non con il mio placet. Il Consigliere Comunale dovrebbe capire che la campagna elettorale è finita, con buona pace di tutti. Quello che invece dovrebbe interessare è la proprietà della strada, dall'uscita autostradale Ovest, sino alla Rotatoria dell'Albara, vi sono tre possessori: Autostrade SpA; La Provincia, il Comune. Come la mettiamo per il futuro ? I costi, da 50 sono saliti a 100 milioni di € come dire 20 milioni a KM (!) da non credere. Comunque si farà. Ma nessuno canti Vittoria, anzi meglio non farne un ulteriore fatto "partitico" per questioni elettorali o di seggio. Se mi manda la sua mail, sono disponibile ad inviare i documenti e le foto sopra descritte. Con ossequi, Luciano Parolin [email protected]
Gli altri siti del nostro network