Quotidiano |

Segnali di fiducia a Vicenzaoro First 2010

Di Redazione VicenzaPiù Giovedi 21 Gennaio 2010 alle 18:13 | non commentabile

Fiera di Vicenza

CHIUDE OGGI VICENZAORO FIRST 2010:
SEGNALI DI FIDUCIA NEL FUTURO


L'esterno della Fiera di VicenzaSi chiudono oggi, giovedì 21 gennaio, i battenti di Vicenzaoro First 2010, la prima mostra internazionale dell'oreficeria e gioielleria nel calendario fieristico annuale, giunta alla sessantaduesima edizione.

I dati di affluenza di Vicenzaoro First confermano pienamente la sua centralità e importanza per il settore.
Le presenze degli operatori accreditati alla chiusura del sesto giorno sono stati 17.969 rispetto ai 13.154 del 2009.
I paesi esteri più rappresentati sono stati: Francia, Germania, Grecia, Spagna, Israele, Turchia, USA.
È stata registrata la presenza di buyer provenienti da importanti department store e retail del lusso a livello internazionale, del calibro di Scott Martin di Saks Fifth Avenue (USA), Mehul Choksi di Gitanjali Group (India), Anna Avakian di Mercury (Armenia), Alex Popov di Moscow Diamon Bourse (Russia) e Alon Torjeman di Padani (Israele).

Il sensibile aumento di presenze di operatori si può interpretare come un maggior interesse per il prodotto orafo e gioielliero e conseguentemente per gli acquisti da parte dei clienti finali.
Al momento non è possibile trasformare queste indicazioni positive in previsioni certe degli ordinativi, per i quali bisognerà raccogliere dati specifici puntuali provenienti da altre fonti.

In questi giorni di manifestazione si è percepita una certa vivacità, che lascia sperare che i dati definitivi siano effettivamente in crescita. "Il sentiment positivo che viene da questi giorni - ha commentato il neo Presidente Roberto Ditri - ha ulteriormente rafforzato l'entusiasmo per il mio nuovo incarico e la convinzione che con queste premesse, il consenso degli azionisti, e la collaborazione dello staff, potremo affinare grandi progetti e proposte per consolidare il ruolo di leadership di Fiera di Vicenza nel panorama internazionale e realizzare il supporto alla filiera dell'oro.
Questi giorni di full immersion - continua Ditri - nel business dell'oro mi hanno consentito di raccogliere molti spunti, provenienti da imprenditori, operatori, categorie economiche, media, fondamentali per la messa a punto delle strategie future, che verranno affrontate e discusse a brevissimo all'interno del Consiglio di amministrazione".

Al clima di vivacità che si respirava nei padiglioni espositivi ha fatto riscontro il supporto alla manifestazione e alla filiera orafa da parte della città, delle istituzioni, degli operatori economici e dei cittadini. La giornata inaugurale, alla quale tutte le autorità hanno voluto essere presenti, si è conclusa con la Golden Night, una serata in cui Vicenza ha dato il benvenuto ad aziende ed operatori con negozi aperti, eventi, mostre, performance di artisti.

Il settore viene da una recessione molto lunga e profonda. Nel 2009 la domanda di oreficeria e gioielleria ha registrato un pesante calo a livello globale di circa il 18%, con flessioni molto profonde negli Stati Uniti (-17%), nei Paesi Arabi e in Europa. L'unico segno di tenuta è quello del mercato cinese, con un aumento della domanda di oro del 12% e una crescita dell'8% nella gioielleria.
Per il 2010, le previsioni indicano una ripresa del mercato la cui dimensione sarà comunque legata all'andamento dell'economia nelle diverse aree del mondo.

----------------------

Roberto Ditri (Lapresse)Vicenzaoro First è la prima rassegna internazionale della nuova Fiera di Vicenza Spa, società nata il 22 dicembre 2009 dalla fusione per incorporazione della società immobiliare con la società di gestione.

Il Consiglio di Amministrazione della nuova Fiera di Vicenza, indicato dagli azionisti di maggioranza all'unanimità (Comune, Provincia e Camera di Commercio) è composto di imprenditori e tecnici : Michele Amenduni, Paolo Brunello, Renato Corrà, Ambrogio Dalla Rovere, Antonio Pilastro e Stefano Stenta (Vice Presidente).
Si è riunito la prima volta il 15 gennaio è ha eletto presidente Roberto Ditri.

Roberto Ditri, amministratore delegato della Marelli Motori, del gruppo inglese Melrose Plc, è manager internazionale, con molteplici impegni nelle associazioni di categoria a livello regionale e nazionale.
Ditri ha pieni poteri e svolge anche la funzione di amministratore delegato di Fiera di Vicenza SpA.

Leggi tutti gli articoli su: Fiera di Vicenza, Roberto Ditri, Vicenzaoro





Commenti degli utenti

Giovedi 27 Dicembre 2018 alle 17:38 da Luciano Parolin (Luciano)
In Panettone e ruspe, Comitato Albera al cantiere della Bretella. Rolando: "rispettare il cronoprogramma"
Caro fratuck, conosco molto bene la zona, il percorso della bretella, la situazione dei cittadini, abito in Viale Trento. A partire dal 2003 ho partecipato al Comitato di Maddalene pro bretella, e a riunioni propositive per apportare modifiche al progetto. Numerose mie foto del territorio sono arrivate a Roma, altri miei interventi (non graditi dalla Sx) sono stati pubblicati dal GdV, assieme ad altri come Ciro Asproso, ora favorevole alla bretella. Ho partecipato alla raccolta firme per la chiusura della strada x 5 giorni eseguita dal Sindaco Hullwech per sforamento 180 Micro/g. Pertanto come impegno per la tematica sono apposto con la coscienza. Ora il Progetto è partito, fine! Voglio dire che la nuova Giunta "comunale" non c'entra più. L'opera sarà "malauguratamente" eseguita, ma non con il mio placet. Il Consigliere Comunale dovrebbe capire che la campagna elettorale è finita, con buona pace di tutti. Quello che invece dovrebbe interessare è la proprietà della strada, dall'uscita autostradale Ovest, sino alla Rotatoria dell'Albara, vi sono tre possessori: Autostrade SpA; La Provincia, il Comune. Come la mettiamo per il futuro ? I costi, da 50 sono saliti a 100 milioni di € come dire 20 milioni a KM (!) da non credere. Comunque si farà. Ma nessuno canti Vittoria, anzi meglio non farne un ulteriore fatto "partitico" per questioni elettorali o di seggio. Se mi manda la sua mail, sono disponibile ad inviare i documenti e le foto sopra descritte. Con ossequi, Luciano Parolin luciano.paroli@gmail.com
Gli altri siti del nostro network